DL Sicurezza, trema il M5S, M. Mantero (m5s): "Decreto stupido, dovevamo ascoltare la Raggi e l'Appendino" - BlogItalia.News

DL Sicurezza, trema il M5S, M. Mantero (m5s): “Decreto stupido, dovevamo ascoltare la Raggi e l’Appendino”

A Tenere banco la questione delle ultime ore è sempre il Decreto Sicurezza, dopo il no di alcuni sindaci, adesso si registrano malumori dentro il M5S. Mantero senatore a 5 stelle senza giri di parole dichiara: “E’ un decreto stupido”

«Un decreto incostituzionale e stupido»: la tocca piano Matteo Mantero, senatore M5s “graziato‘ dall’espulsione dei probiviri il giorno di Capodanno, in merito al Decreto Sicurezza divenuto legge nei mesi scorsi. Intervenendo in merito alle fortissime polemiche sorte nelle ultime ore in merito al contenuto del Dl Salvini, con i sindaci di Pd e Sinistra (su tutti Orlando e de Magistris, ndr) intenzionati alla “disobbedienza civile” contro una legge considerata iniqua e ingiusta, il senatore “dissidente” ha scritto su Facebook un post al veleno diretto a Salvini ma anche allo stesso Di Maio con cui non corre certo buon sangue (basti vedere la foto del suo profilo Facebook che lo ritrae in solitaria assieme ad Alessandro Di Battista).

«Un decreto emanato a scopo propagandistico che auspicabilmente sarà smontato dalla Consulta», definisce così il Dl firmato da Mattarella a novembre. Non solo, ancora Mantero attacca duramente: «creare illegalità dove non c’era, ridurre l’integrazione peggiorando le condizioni di vita di italiani e stranieri, far fare bella figura ai sindaci del Pd che hanno contribuito a creare il falso problema dell’immigrazione e ora passano per i paladini dell’integrazione. Filotto insomma…».

LEGGI ANCHE: Luigi Di Maio e Matteo Salvini contro i sindaci “disobbedienza” interviene Palazzo Chigi, disponibili ad un incontro

Mantero sempre nel post su Facebook fa riferimento poi a Raggi e Appendino, considerate ancora come il “buono” del M5s rispetto al board centrale troppo in combutta con la Lega per suscitare fiducia nei vari parlamentari “ribelli”: «La prossima volta proviamo ad ascoltare i nostri sindaci, come quelli di Roma e Torino ad esempio, che avevano esposto in maniera chiara e non strumentale come stanno facendo Orlando & C. le problematiche che avrebbe causato questo decreto». La crisi interna al M5s è evidente ma anche il Carroccio deve guardare con sospetto quanto sta avvenendo: dopo le espulsioni di De Falco e De Bonis, e la “grazia” momentanea mandata a Nugnes, Fattori e Mantero, la tenuta al Senato per il Governo gialloverde si regge su soli 4 voti che potrebbero non bastare nelle prossime infuocate settimane con all’ordine del giorno i decreti cruciali di Reddito di Cittadinanza e Quota 100. Va detto che la posizione di Mantero e degli altri ribelli non è certo “nuova”: come gli altri dissidenti non aveva dato il suo si alla fiducia sul Dl Sicurezza, uscendo dall’aula al momento della votazione per abbassare il quorum.

 

FONTE: https://www.ilsussidiario.net/news/politica/2019/1/4/caos-m5s-matteo-mantero-dl-sicurezza-e-stupido-senatore-graziato-da-espulsione-attacca-salvini-e-governo/1831063/
Segnala a Zazoom - Blog Directory