Gelmini: "La relazione TAV dei 5 stelle non vale nulla, lo dice il prof Coppola" - BlogItalia.News

Gelmini: “La relazione TAV dei 5 stelle non vale nulla, lo dice il prof Coppola”

La questione TAV tiene sempre alte le tensioni politiche, questa volta a parlare è la Gelmini di Forza Italia

“Le parole del professor Coppola, che faceva parte del gruppo di lavoro sull’analisi costi-benefici per la Tav Torino-Lione e che ha prodotto una contro-relazione che il ministero non ha reso pubblica, confermano che quella analisi è carta straccia”. Lo afferma Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera.
“Già il fatto che un organismo tecnico abbia deciso ‘a maggioranza’ -aggiunge- dà la dimensione di ciò di cui parliamo.

Peraltro anche Coppola, come già l’Osservatorio francese per l’alta velocità, critica che sia stato inserito fra i costi il mancato introito da accise e pedaggi per il passaggio del traffico merci da strada a ferrovia: una follia contro l’ambiente e contro ogni logica. Chiediamo al governo di pubblicare anche questo studio e chiederemo che il professor Coppola venga audito dalla commissione Trasporti della Camera”.

FONTE: http://www.ilroma.net/content/tav-gelmini-coppola-conferma-che-relazione-carta-straccia

Le parole del professore Coppola

Le obiezioni di Coppola vertono soprattutto sul fatto che il metodo si discosti dalle varie linee guida adottate dai Paesi dell’Unione e da quelle che in Italia riguardano la valutazione degli investimenti pubblici. Sono principi che sono stati adottati in via ufficiale da un decreto del 16 giugno 2017. Il risultato finale è ragione di perplessità

POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE: Video – Travaglio implacabile asfalta Delrio sulla Tav e la Gruber minaccia di chiudere i microfoni

Ho forti ragioni di perplessità sul metodo usato per l’analisi costi-benefici e quindi anche sui risultati che ha prodotto. Per me è importante che le opere vengano valutate correttamente, siano esse la Tav o un’autostrada
Del metodo contesta soprattutto “l’inserimento nei costi del mancato incasso delle accise sui carburanti”, in quanto rappresenta una procedura mai seguita prima e assente in qualunque linea guida, sia italiana che europea. Non ha firmato né partecipato alla relazione finale, parla al Corriere di un clima serrato in cui c’erano “differenze di impostazioni” tra un contrario e cinque favorevoli. Ha accettato per produrre un secondo parere, come nel caso del terzo valico

Il testo definitivo è stato redatto da Ponti e dai collaboratori. Io avevo partecipato ai lavori e su richiesta del ministro avevo presentato alla struttura tecnica di missione una nota all’analisi costi-benefici, nella quale non tenevo conto delle accise, che erano state calcolate anche per quell’opera

FONTE: https://www.huffingtonpost.it/2019/02/13/tav-parla-il-professor-coppola-che-non-ha-firmato-la-relazione-costi-benefici-seguito-il-metodo-ponti_a_23668268/
Segnala a Zazoom - Blog Directory