Giulia Sarti e le foto osè in rete, tutto il mondo politico al suo fianco non solo dal Movimento - BlogItalia.News

Giulia Sarti e le foto osè in rete, tutto il mondo politico al suo fianco non solo dal Movimento

Lo scandalo di Giulia Sarti per la diffusione delle sue foto hard, mette al suo fianco tutto il mondo politico

 

L’intervento del garante –  Antonello Soro  ha dovuto invitare i media ad astenersi dalla diffusione di quelle foto. “Con riferimento a notizie relative alla possibile circolazione di immagini molto personali della deputata M5s Giulia Sarti, richiama l’attenzione dei mezzi di informazione al rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali e del codice deontologico dei giornalisti. Tali regole impongono al giornalista di astenersi dal diffondere dati riguardanti la sfera intima di una persona per il solo fatto che si tratti di un personaggio noto o che eserciti funzioni pubbliche, richiedendo invece il pieno rispetto della sua vita privata quando le notizie o i dati non hanno rilievo sul suo ruolo e sulla sua vita pubblica”, si legge in una nota del garante.

Fico: “Vittima di atto vigliacco” – Una possibilità, quella della diffusione di foto private della parlamentare, che ha scatenato l’intero arco costituzionale. “Quello che sta subendo Giulia Sarti è vergognoso. La diffusione di immagini private è un atto vigliacco e bene ha fatto il Garante della privacy a richiamare l’attenzione dei mezzi di informazione al rispetto della normativa. A Giulia la solidarietà mia e quella della Camera dei deputati“, dice il presidente di Montecitorio Roberto Fico. I due capigruppo alla Camera e al Senato del M5s, Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli, hanno diffuso un comunicato congiunto per definire come “vergognoso quanto sta accadendo in queste ore, condanniamo senza alcuna esitazione la diffusione di immagini della vita privata della collega Giulia Sarti. Atteggiamenti meschini che mirano a fare del male ‘gratuitamente’ a Giulia. Da parte di tutto il MoVimento 5 Stelle la massima solidarietà e vicinanza”.

 LEGGI ANCHE: La dichiarazione shock di Elena Morali sul mondo dei fotografi dei concorsi di moda

Solidarietà dal Pd a Fi – Solidarietà alla deputata arriva anche dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “A prescindere dalle idee politiche o dalle interpretazioni della vicenda, è deplorevole e inconcepibile che vengano divulgati dettagli della propria intimità. Una violenza sulla quale mi aspetto una condanna netta da parte di tutta la politica italiana”. “Voglio manifestare con forza la mia solidarietà a Giulia Sarti per il vergognoso atto di cyber-bullismo ai suoi danni. Non ho parole per esprimere il mio totale disprezzo per chi ha organizzato un attacco così infame”, diceMara Carfagna, vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia. Per la Lega interviene la parlamentare Barbara Saltamartini, sempre sui social network: “L’intimità e la vita privata non possono e non debbono diventare mezzi attraverso cui intimidire o minacciare una persona”. “Quello che sta accadendo a Giulia Sarti è indecente, a lei va la mia solidarietà. Non si può tollerare la diffusione di immagini intime senza il consenso della persona interessata. Basta RevengePorn”, dice l’ex presidente della Camera Laura Boldrini. “Diffondere immagini private per vendetta o per un fare volgare giornalismo è una barbarie dei nostri tempi che va condannata senza esitazioni e va fermata”, commenta invece il dem Ettore Rosato.

“Legge contro il revenge porn” – Annuncia la presentazione di una legge contro il cosiddetto Revenge Porn, cioè la pubblicazione e diffusione di materiale sessualmente esplicito senza il consenso della persona coinvolta, la senatrice del M5s, Elvira Evangelista: “Domani in commissione Giustizia inizia l’esame del disegno di legge a mia prima firma per prevenire e punire il cosiddetto ‘revenge porn‘. Spesso questi comportamenti sono frutto di vendette da parte di ex partner. È un fenomeno drammatico che ha ormai assunto una portata preoccupante. Succede troppo spesso – dice la senatriche  – tante vittime, nella maggior parte dei casi donne, vivono un autentico incubo con gravi conseguenze psicologiche e sociali. La vicenda di Tiziana Cantone, che non riuscì mai superare il trauma fino a togliersi la vita, è quella più conosciuta. Ma accade ovunque in Italia e dobbiamo intervenire con urgenza per punire questa violenza. Da un lato vogliamo un’efficace repressione, dall’altro con questa proposta puntiamo sulla prevenzione e sull’educazione ad un uso consapevole della rete. Un principio fondamentale per il Movimento 5 Stelle che crede più di tutti nelle potenzialità del web”.

FONTE: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/13/giulia-sarti-garante-della-privacy-no-a-diffusione-di-immagini-private-fico-e-vittima-di-un-atto-vigliacco/5034112/

Potrebbe interessarti anche:

Segnala a Zazoom - Blog Directory