M5S 2.0 ecco come sarà, le idee di Di Maio che porteranno il Movimento a trasformarsi - BlogItalia.News

M5S 2.0 ecco come sarà, le idee di Di Maio che porteranno il Movimento a trasformarsi

Dopo l’ennesimo flop alle elezioni regionali, questa volta quelle della Sardegna, Di Maio presenta il M5S del futuro

Con una novità che potrebbe essere clamorosa: si studia, infatti, la rinascita del Direttorio, questa volta in grande. Perché sarebbe un Direttorio-Segreteria politica di dieci persone, ognuno con una responsabilità tematica. Persone scelte tra diverse anime del Movimento. A cui si aggiungerebbero altri tre referenti per Regione.

Questa mattina sul Blog delle Stelle dovrebbe arrivare descritta nei dettagli la piccola rivoluzione, che poi finirebbe ai voti di Rousseau a partire da mercoledì. Tre i cardini del restyling, un segnale concreto da offrire in pasto a una base delusa e disorientata: il via libera alle liste civiche, la fine del doppio mandato a livello comunale e il via libera alla struttura tematica. Un tentativo di recuperare terreno sul fronte delle elezioni locali, che costituiscono da sempre (tranne le grandi città) il tallone d’Achille del Movimento. Ma questa riforma, preparata in solitaria da Di Maio, potrebbe non passare così liscia, se è vero che molti parlamentari sono già in agitazione e speravano (invano) di poterne discutere, avanzando delle proposte.

LEGGI ANCHE: Importanti cambiamenti dentro il Movimento, lo annuncia Luigi Di Maio(video)

Non piace l’alleanza con le liste civiche, considerata un palliativo e anche un cavallo di Troia per inaugurare alleanze con la Lega anche sul territorio. Non piace neanche che la riforma sia calata dall’alto e trasformi il Movimento in un partito con una segreteria politica di fedelissimi di Di Maio. E si teme che la fine del tetto del doppio mandato a livello locale possa preludere all’abbattimento di un altro totem, portando al professionismo della politica. Viatico per una possibile fine anticipata della legislatura, con prosecuzione delle carriere di chi è a fine mandato. A peggiorare la situazione c’è il fatto che Di Maio sceglierebbe i nomi dei nuovi responsabili, sottoponendoli poi al voto. Riuscirà il leader a convincere la minoranza, magari distribuendo qualche poltrona?

 

FONTE: https://www.corriere.it/politica/19_febbraio_25/cena-segreta-contro-staff-leaderlui-punta-tutto-ritorno-direttorio-a7bf21d8-393e-11e9-8f77-d31ec271a736.shtml
Segnala a Zazoom - Blog Directory