M5S contro Lilli Gruber: "Fa disinformazione, ormai addetta stampa del PD, ecco perché" - BlogItalia.News

M5S contro Lilli Gruber: “Fa disinformazione, ormai addetta stampa del PD, ecco perché”

Il Movimento 5 Stelle si schiera contro Lilli Gruber

“È diventata un’addetta stampa del Pd”. Questa è una delle tante accuse rivolte alla giornalista di La7 Lilli Gruber dopo la puntata di ieri sera di ‘Otto e mezzo’. La sua colpa? Aver ospitato il presidente dell’Inps Tito Boeri, senza peraltro sperticarsi in lodi ed elogi al governo. “Me lo chiedo da donna a donna – scrive la vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni – Lilli Gruber è forse diventata  l’addetta stampa serale e seriale del Pd e tutti coloro che vogliono Tav, fonti fossili, austerità europea? Sembra proprio di sì ad ascoltarla. L’importante per l’ex eurodeputata Pd è schierarsi  sempre e comunque contro il Movimento 5 Stelle”.

Secondo la parlamentare dei 5 Stelle, la Gruber è la “mosca cocchiera” di una vera e propria “tecnica di disinformazione scientifica” già usata dai giornali. Ma forse c’è una spiegazione: non sarà – azzarda l’esponente M5s – che “il suo editore Cairo è ancora inviperito perché Luigi Di Maio ha vietato la pubblicità e le sponsorizzazioni del gioco d’azzardo?”.

Ma non è finita qui. Per Davide Tripiedi, vice-presidente della Commissione lavoro della Camera, “nel giorno in cui il sito dedicato al Reddito di Cittadinanza viene attivato, Lilli Gruber invita in trasmissione Tito Boeri, un uomo del Pd”. E per fare cosa? “Per informare i cittadini su una misura che consentirà finalmente a chi è in difficoltà di rialzare la testa, di poter tornare a credere nel lavoro e in un futuro dignitoso? Ovviamente no!”.

LEGGI ANCHE: Lite in diretta tra la Gruber e Marco Travaglio: “Toglietegli l’audio”

“Ad ‘Otto e mezzo’ – prosegue Tripiedi – abbiamo assistito alla fiera della disinformazione. E’ scandaloso e mi domando quale servizio, una giornalista come la Gruber, abbia reso agli italiani abbiamo assistito alla fiera della disinformazione”.

Boeri a ‘Otto e Mezzo?, 5 Stelle contro La7: “Cairo vuole fondare un partito”
Ma com’è possibile che in tv ci siano giornalisti che si ostinano a fare domande e si permettono pure di intervistare il presidente dell’Inps? Veronica Giannone, PortaVoce M5S alla Camera, ha una sua teoria. “Basta guardare Otto e Mezzo della Gruber – scrive in una nota – per capire che le indiscrezioni su Urbano Cairo sono vere. Di cosa parliamo? Del patron di La7 che sarebbe pronto a fondare un partito. Lo certifica la faziosità del programma di La7 e la sua fidata giornalista che invece di informare pensa a screditare l’operato di questo governo”.

Anche per il parlamentare del M5s Francesco Silvestri “a guardare la faziosità della Gruber sembra vera l’indiscrezione che circola in questi giorni. Il patron di La7 Urbano Cairo sarebbe pronto a fondare un nuovo partito”.

È finita? No. Interviene anche Michele Sodano, altro portavoce M5s alla Camera, a ribadire meglio il concetto: “Le parole con cui Lilli Gruber, durante la puntata di Otto e Mezzo, ha apostrofato la presentazione del sito del reddito di cittadinanza e la prima card sono raccapriccianti. Gruber ha parlato di ‘spettacolo di Di Maio, di un altro show sul reddito di cittadinanza’, denigrando indirettamente una misura che dà una mano concreta a 5 milioni di persone in gravissima difficoltà economica”. Sodano si rivolge pure all’Ordine dei Giornalisti chiedendo un intervento immediato.

Il senatore Elio Lannutti rincara la dose su Twitter: “Inguardabili Gruber, Boeri, Damilano: sprizzano livore da tutti i pori sul reddito alla dignità umana del M5S”. E ancora: per il deputato Michele Dell’Orco “a sentire ora su La7 la Gruber e Boeri sembra che il Governo stia facendo fallire il Paese; anzi ancora 1 mesetto e la rovina sarà dietro l’angolo”.“

FONTE: https://www.today.it/attualita/lilli-gruber-5-stelle.html
Segnala a Zazoom - Blog Directory