DL Famiglia, Di Maio: "Io voglio aiutare i genitori che fanno figli, ma la Lega fa ostruzionismo, per questo potrebbe cadere il governo" - BlogItalia.News

DL Famiglia, Di Maio: “Io voglio aiutare i genitori che fanno figli, ma la Lega fa ostruzionismo, per questo potrebbe cadere il governo”

Luigi Di Maio si sbilancia sul Decreto Famiglia, accusa la Lega di rallentare la sua approvazione per questo motivo, il governo potrebbe cadere

“Possiamo dividerci su tutto ma non sulla famiglia. Su questo decreto si gioca il destino e la tenuta del governo“. Il vicepremier Luigi Di Maio da Torino accusa la Lega di “ostruzionismo” per sabotare il suo provvedimento che “aiuta i genitori che fanno figli“. L’ennesimo fronte di uno scontro interno all’esecutivo ormai a tutto campo, dai migranti con un nuovo casoSea Watch alle inchieste che riguardano esponenti del Carroccio. Sul tema della famiglia il leader del M5s usa però parole più incisive e chiarisce: “Per me il governo deve andare avanti, ma solo se si fanno cose per gli italiani”.

“Io vedo ostruzionismo, non ‘costruzionismo’, diciamo così”, afferma Di Maio riferendosi a quanto sta accadendo in pre-consiglio dei ministri, con i Cinquestelle che accusano lo staff del ministro Lorenzo Fontana di “sabotare” il decreto Famiglia. “Io non chiedo altro che i ministeri e il Parlamento aiutino, ma un conto è contribuire al decreto, un altro è rallentarlo“, accusa il ministro dello Sviluppo economico. “Che senso ha un governo del cambiamento che non fa velocemente un decreto per destinare un miliardo di euro di risorse che avanzano alle famiglie italiane che fanno figli e oggi sono le meno sostenute di Europa”, attacca ancora Di Maio.

Per il vicepremier “ogni 10 provvedimenti di questo governo, 9 sono del M5s“. Un’accusa alla Lega di fare pochi “fatti” che Di Maio sostiene portando l’esempio della flat tax: “Io non ho ancora nulla di scritto dopo 11 mesi”. “Noi siamo pronti – continua – a portare avanti tutti i progetti di legge di coloro che fanno parte con noi del governo, ma vorremo vedere qualcosa di scritto“. E di fronte alle accuse di una campagna elettorale reciproca, il vicepremier replica: “Tutto quello che il M5s ha fatto, l’ha fatto al di là dei sondaggi“.

“Mi auguro che dopo il 26 maggio la Lega dismetta una serie di posizioni, come armi, abolizione della legge sull’aborto, donne che devono stare in casa per fare figli e non uscire più, tutta una serie di posizioni che sono inaccettabili“, aggiunge ancora Di Maio. “Negli ultimi quattro mesi – osserva il vicepremier – abbiamo visto una serie di comportamenti che non reputavamo assolutamente accettabili da parte della Lega, dal congresso di Verona alla legge per far proliferare le armi passando per un’autonomia che spacca l’Italia in due. Quando abbiamo visto questa escalation abbiamo dovuto prendere posizione“. “Abbiamo un contratto di governo ma contemporaneamente su tante cose non siamo d’accordo e se ci si sposta su posizioni di ultradestra o estremiste il nostro dovere è non permettere che questo governo si sposti su quelle posizioni“, sottolinea Di Maio.

LEGGI ANCHE: CRISI DI GOVERNO, Salvini attacca Luigi Di Maio che risponde così: “Salvini è triste!”

FONTE: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/17/decreto-famiglia-di-maio-su-questo-si-gioca-la-tenuta-del-governo-da-lega-ostruzionismo/5188201/

 

 

Segnala a Zazoom - Blog Directory