Il sindaco di Milano, Sala, critica Roma e ci va pesante su Matteo Salvini: "Non ti lascio Milano" - BlogItalia.News

Il sindaco di Milano, Sala, critica Roma e ci va pesante su Matteo Salvini: “Non ti lascio Milano”

Sala sindaco di Milano critica Roma e attacca anche Matteo Salvini

“A Salvini non lascio la poltrona: lui propone solo una ninna nanna irrealistica. Fa bene a mettere gli occhi su Milano, perchè ha un’immagine positiva. Ma io non farò un passo indietro”. Parola di Beppe Sala, il sindaco di Milano che da mesi duella a distanza con il ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini, sempre più interessato alle sorti della sua città, guardando alle prossime Comunali del 2021. A ’24 Mattino’ il sindaco ribatte al vicepremier, e non solo sulle questioni milanesi: “Da Salvini mi divide profondamente l’idea della società. Io sono per una società aperta che fa fatica nell’integrare, che si prende i suoi rischi ma dalla valorizzazione delle differenze tira fuori un modello vincente. Salvini propone una ninna nanna collettiva e dice: ‘vi metto sicuri, ma stiamo belli chiusi’. E’ una ninna nanna che non è realistica”. Da qui la riflessione: “I milanesi devono riflettere se continuare a fare fatica e a promuovere un modello aperto o se hanno nostalgia di una città chiusa e che parla a se stessa. E’ una differenza politica profondissima: la parola ai milanesi”.

Pronta la replica del vicepremier: “Milano è dei milanesi, non di Giuseppe Sala, che ha una concezione padronale: non decide Sala per i milanesi – ha concluso – decideranno i milanesi”. E ancora, a Salvini che parlava di “sinistra radical chic”, Sala ha risposto: “Da 40 anni lavoro dalla mattina alla sera, sono sereno”. Quindi il sindaco ha aggiunto: “Rimane il fatto che abbiamo due visioni diverse della società. Il ministro Salvini dice che io sono un sindaco a tempo e ha assolutamente ragione. Siamo tutti pro tempore. Anzi non vorrei rievocare fantasmi del passato di qualcuno che non si sentiva a tempo. E’ giusto sentirsi a tempo, è giusto conquistarsi la fiducia dei cittadini sempre”. E ancora: “Certo che ormai io sono vicino ai primi tre anni (di amministrazione, ndr), se li aggiungo ai 5 di Pisapia, sono 8 anni a mio avviso di buon governo del centrosinistra a Milano. Ad oggi se fossi un milanese non vedrei grandi motivi per cambiare rotta. Però mancano due anni alle elezioni, che in politica sono un tempo immenso e io posso fare solo una cosa: continuare a lavorare tantissimo”.

Al governo gialloverde il sindaco contesta una delle ultime decisioni, quella della norma per il salvataggio di Roma Capitale: “Scelta discutibilissima, nessuno a Milano ha mai regalato niente. Siamo quello che siamo per lo sforzo che abbiamo fatto. Il Comune di Roma dovrebbe prima dimostrare di voler cambiare e poi si aiuta. Questo atteggiamento è proprio il contrario dell’idea di merito”, ha concluso.

LEGGI ANCHE: VIDEO – Nella “ricca” Milano anziani italiani costretti a rovistare i rifiuti per mangiare

FONTE: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/04/08/news/milano_matteo_salvini_beppe_sala_sindaco_elezioni-223545655/

Potrebbe interessarti anche:

Segnala a Zazoom - Blog Directory